True
Un Rientro a Scuola Profumato
I profumi tra i banchi di scuola...

Settembre è considerato dai più il momento delle ripartenze. Si resetta dopo le vacanze (chi le ha fatte) e si riparte a pieno ritmo col lavoro a scuola. Riparte la routine della sveglia alla stessa ora, le lezioni, l'intervallo, le lezioni il pranzo et cetera. I nostalgici restano ancorati alla musica della loro estate, che mandano in loop su tutti i dispositivi, nella malcelata speranza di tornare in spiaggia in panciolle (o a fare qualunque altra cosa). Se nelle orecchie restano quei tormentoni, sulle papille c'è ancora il gusto del gelato o della grigliata, che in vacanza sono sempre più buoni e profumati. I profumi, invece, ce li possiamo tenere nelle narici ancora a lungo. Certo, quell'Intense Tiarè di Montale che portava la bionda in discoteca non sarà mai più lo stesso, o quel cuoiato del tipo cool sul lungomare  ci sembrerà diverso addosso al fidanzato, ma l'olfatto guida la fantasia e tutto ci può sembrare migliore, anche la "tartaruga rovesciata" del cugino, che usa quel profumo strano con quel nome ambiguo: "Black Afgano" di Nasomatto  che arriva da Amsterdam... quando non si mette quel Mancera Hindu Kush che sa di canapa sativa. Quello che ha sempre fame e mescola le caramelle gommose con le patatine al curry, la cioccolata spalmabile ai wurstel con la maionese, ma quando si parla di profumi la sa lunga.

L'immancabile fashion addicted ci verrà a raccontare che il suo profumo a base di alito di drago e lacrime di fate silvestri si abbina perfettamente a tutti i suoi accessori e dettagli contemporaneamente; mentre la più smaliziata (forse quella senza un canale social su nessun network) si renderà conto che l'olfatto è umorale e quindi cambia di giorno in giorno. Lei la nostalgia la profuma magari con un 1804 di Histoires de Parfums, l'indomani più vezzosa con un sartoriale Santal du Pacifique di Perris e, forse, è da lei che ci servono i consigli.

Ricomincia anche la selva di compleanni, che possono diventare un'occasione per farci notare dalla più bella e (sembrerebbe) irraggiungibile, a cui doniamo un profumo, che diventa una "scusa" di aggancio e ingaggio. Chiaro che il budget potrebbe essere limitato, ma la profumeria di nicchia ci offre la possibilità di spaziare tra formati e categorie dai prezzi piuttosto variegati, non servirà rinunciare a tutto sull'altare della bella figura... tipo un Madeleine di Masque da 10 ml, perché non conta solo quanto profumo c'è, ma anche quanto è buono, come ad esempio il fresco e verde Balinesque di Olibere, che fa venire in mente le canne di bambù che dondolano al vento.

Altrettanto vero che , rientrati dalle vacanze, abbiamo scoperto cose nuove e tendenze nuove, vogliamo mica rinunciarci perché siamo tornati alla nostra quotidianità, anzi le importiamo proprio per rompere la monotonia. Ci continuiamo a spruzzare quel Megamare che ci ha fatto fare un figurone al beach party o quella ragazzina là in fondo con gli occhiali spessi che ha qualcosa di diverso perché ha scelto di profumarsi (con moderazione) con quel Crazy in Love che, sì, le sta proprio bene. 

Se siete di quelli che si addormentano sul banco NON usate profumi alla lavanda, o non vi reggerete in piedi. Sarebbe preferibile qualcosa di energetico tipo Intoxicated di Kilian o Intense Cafè di Montale, dove il profumo del caffè prova a tenervi svegli.

Il tocco di "classe" potrebbe essere qualcosa che ti distrae la prof mentre ti chiama per l'interrogazione a sorpresa e poi commenta il Vodka on the Rocks di Kilian o il Moonlight in Heaven.

Tornare a scuola quest'anno, tra green pass e le solite incertezze, dovrebbe avere tutto un altro profumo.

Condividi articolo
Archivio
Accedi per lasciare un commento
Le Migliori Fragranze Autunnali Per La Donna
Le nostre proposte autunnali

To install this Web App in your iPhone/iPad press and then Add to Home Screen.