True
Deodoranti: i migliori per la pelle (e come usarli al meglio)
I consigli di Ottaviano per "salvare" ascelle, piedi e persone vicine!

I deodoranti, salvezza invisibile dell'umanità!

Fin dai tormentati e tormentanti anni dell’adolescenza, gli uomini e le donne sono afflitti dalla battaglia contro le proprie ascelle ed i propri piedi, colpevoli (nella maggior parte dei casi) di causare figure barbine nei momenti meno opportuni. Come se entrare nel mondo degli adulti non fosse già dannatamente complicato, ci si mettono anche il corpo che cambia (nella forma e nell’odore!) ed un utilizzo spinto di materiali non traspiranti (come scarpe ed abbigliamento di tendenza, quasi sempre in "polichissacché"). Fortunatamente, la chimica interviene in soccorso di tutti con deodoranti di ogni tipo e fascia di prezzo, caratterizzati da una miriade di fragranze e ingredienti diversi.

Vista l'abbondante presenza dei famosi “gas serra”, raccomandiamo di non utilizzare gli spray in aerosol più economici e di bassa qualità, sia per questioni ambientali, sia per l'impatto negativo che possono avere sulla pelle. Proviamo ad immaginare gli assaltatori di baleniere coi gommoni di Greenpeace, che dopo ogni raid si spruzzano "il deo" da discount in bomboletta sotto l’ascella provata dalla resistenza ai getti d’idrante: sarebbe davvero assurdo, no?! Tralasciando l’aspetto green (e l'ironia spicciola), gli additivi gassosi spesso alterano le caratteristiche della profumazione, obbligando i produttori a modificare le composizioni chimiche di questo tipo di prodotti. Questo può renderli molto aggressivi sulla pelle e può causare anche la spiacevole “pezzatura” cromatica sugli abiti. Certo, se sudiamo come dei lottatori di sumo dentro ad una sauna accesa, non potremo mai dare la colpa alla bomboletta del deodorante, ma dovremo iniziare a concentrarci sul contenere la proliferazione di batteri responsabili del puzzolentissimo acido butirrico.

Deodoranti di alta qualità per l'uso quotidiano

Alla faccia di chi li usava per arrostire i ragni in modalità "lanciafiamme fai da te", oggi molti deodoranti non contengono più alcol e i produttori più attenti e scrupolosi cercano comunque di utilizzare ingredienti di origine il più possibile naturale. Jeu De Garçons, ad esempio, ricorre alle proteine del grano, unite al sempre più diffuso aloe. L’Occitane En Provence sottolinea l’assenza di sali di alluminio, mentre HöbePergh pone l'accento sul fitocomplesso a base di salvia, camomilla ed iris. Non è un segreto: l’ascella purificata resta il Santo Graal dei ragazzini dalle feste delle medie in avanti, quasi un’utopia. Fortunatamente è possibile armarsi di deodoranti in formato stick o roll-on (piccoli, dunque tascabili) e rifugiarsi dietro un angolo appena fa capolino qualche goccia di sudore. Triple Dry, ad esempio, ricorre al carbone per agire efficacemente contro i batteri e contrastare i cattivi odori. 

Sui piedi, soprattutto dei maschietti (più avvezzi ad indossare quelle che mio nonno chiamava "i scarp de tennis"), pende la spada di Damocle dell’asfissia epidermica, quindi il proliferare di quei microorganismi che trasformano le estremità inferiori in bombe chimiche che fanno vacillare le convenzioni internazionali sulle armi chimico-biologiche degli ultimi 150 anni. Un prodotto come Overnight Foot Cream di Ecooking aiuta a tenere sotto controllo gli afrori indesiderati, mentre con 00/24 di Jeu Des Garçons oltre ai piedi si deodorano anche le scarpe, per massimizzare la riduzione di fetore delle cosiddette "fette". In burocratese la puzza di piedi si chiama "bromidrosi plantare" e, a sentirla definire così, sembra ancora più insopportabile e minacciosa. Per contrastarla, occorre anche tenere le unghie corte e rimuovere i calli, perché la pelle dura, quando è umida per il sudore, diventa più molliccia e si trasforma in terreno fertile per i batteri.

Prevenire gli odori può anche significare alternare le scarpe, lasciando tempo ai materiali di asciugarsi e non creare delle colture batteriche ambulanti. Nei limiti del possibile, non sarebbe male stare ogni tanto a piedi scalzi, per farli respirare a dovere (senza levare il fiato a nessuno, si intende!). Lenire la stanchezza con un balsamo come quello di Gamila Secret, infine, può coadiuvare il lavoro delle profumazioni e donare un piacevole benessere agli arti inferiori. 

Per ricevere ulteriori informazioni sui deodoranti presenti sul sito di Ottaviano, scrivici subito o contattaci direttamente via chat!

Condividi articolo
Etichette
Archivio
Accedi per lasciare un commento
10 Trucchi e Consigli Per Far Durare il Profumo Più a Lungo

To install this Web App in your iPhone/iPad press and then Add to Home Screen.